La disintermediazione dalle grandi OTA è più importante che mai. Finalmente sbloccata la clausola della parity rate le strutture turistiche avranno un’arma in più per riprendersi una quota importante tra il 55,3% di italiani che hanno prenotato, per l’estate 2017, attraverso i portali delle OTA.

Basterà diminuire il prezzo della camera sul proprio sito internet per strappare delle prenotazioni?

Certamente No! Pensate ad Amazon, non è il sito di e-commerce più conveniente eppure riesce ad imporsi su tutti gli altri. Abitudine, servizio e semplicità, rendono Amazon il sito preferito per gli acquisti online. Così sarà anche per le OTA. Siti come Booking hanno sviluppato un vantaggio considerevole e non basterà abbassare il prezzo di qualche Euro per convincere un utente a prenotare.

Fino ad oggi gli utenti ricercavano nelle OTA i migliori prezzi e la possibilità di cancellazione, prima dell’avvento della cancellazione del parity rate le strutture potevano sfruttare i seguenti punti:

  • Upgrade di camera: in base a una ricerca di Overnight Success circa il 48% delle persone intervistate uno dei benefit più richiesti per prenotare direttamente è l’upgrade di camera. Un upgrade non deve necessariamente riguardare una suite ma semplici miglioramenti come una vista migliore, un balcone, una piccola cucina, ecc ecc.
  • Pasti gratuiti: il 43% delle persone che hanno risposto al questionario di Overnight Success hanno dichiarato che un pasto gratuito rappresenta il principale incentivo a prenotare direttamente. Anche nel caso in cui l’hotel non abbia un proprio servizio di ristorazione, accordarsi con i ristoranti in zona per offrire un pasto gratuito agli ospiti disintermediati è una strategia da valutare per coltivare un buon rapporto con l’ospite.
  • Wi-Fi gratuito: se il tuo hotel non prevede già il Wi-Fi gratuito dovrebbe. E’ forse il servizio più importante tra quelli offerti in una struttura ricettiva. Nel caso invece sia già gratuito è possibile offrire una velocità maggiore a coloro che hanno prenotato direttamente rispetto agli ospiti passati da una OTA.
  • Pacchetti esclusivi: chi viaggia è in cerca di un’esperienza memorabile. Il consiglio è di creare alcuni pacchetti per attività nell’area locale, offrendoli agli ospiti che prenotano direttamente. Quindi pacchetti per famiglie, coppie e la clientela business. 

Pur riducendo in alcuni casi i margini di guadagno è indispensabile impegnarsi al massimo e provare tutte le strade necessarie per comunicare agli ospiti i vantaggi della prenotazione diretta rispetto a quella disintermediata ma naturalmente quelli proposti sono solo alcuni dei modi per farlo.

Da oggi le strutture potranno considerare di scontare anche il prezzo della camera, ma il vero vantaggio che ogni struttura deve mettere a reddito è la possibilità di coccolare il cliente come nessuna OTA potrà mai fare.

Gli utenti possono trovare molte offerte online, per cui è fondamentale offrire sul proprio sito internet offerte il più possibile personalizzate in base agli interessi degli utenti, alle manifestazioni più importanti ed alle tipicità della zona.

Infine, anche se dovrebbe stare al primo posto, l’impatto del proprio sito sull’utente. Il vostro sito è lo specchio della vostra struttura. Un sito, vecchio, poco aggiornato, senza un sistema di booking, apparirà alla maggior parte degli utenti un cattivo biglietto da visita, tanto da considerare di effettuare la prenotazione sul sito di una OTA piuttosto di incorrere in malfunzionamenti o errori.